Vanity Nerd

si nerdeggia di cose estremamente futili


1 commento

Olio di Mandorle: un must have.

Pensare che gli ingredienti naturali costino terribilmente di più di tanti prodotti da super è leggermente errato. Molti hanno un costo medio e il vantaggio di poter essere utilizzati in vari modi non inquinando nè il mondo nè se stessi. Queste poche banalità dovrebbero farvi valutare l’acquisto di una bottiglietta di olio di mandorle dolci.

Non bisogna fare astruse ricerche su internet o  esplorazioni archeologiche: un’erboristeria qualsiasi ve ne lancerà addosso intere secchiate. Qualora non vogliate varcare quella soglia, I Provenzali lo producono (sia puro che profumato, ma vi consiglio la prima versione). Il costo non è proibitivo:intorno ai 7 euro, a seconda della marca, se è biologico o no, ecc.

Io lo uso in questi tre modi, ma cercando in rete troverete tantissime ricette. Comunque tre usi diversi per un solo prodotto mi sembrano più che sufficienti a ripagare la spesa iniziale (6,80 euro). E quindi:

  • Come sostituto della crema idratante:dopo la doccia potete versare qualche goccia d’olio sulla pelle ancora bagnata; pensate a quanto rompe spalmare creme, specie d’estate! L’olio di mandorle poi è indicato contro le smagliature, perché rende la pelle elastica. Alle donne in gravidanza lo consigliano sempre! (anche perché l’inutile Somatoline credo sia loro proibita).
  • Per creare uno struccante bifasico: basta dare un’occhiata al post precedente; anche da solo con un po’ d’acqua distillata (o alle brutte di rubinetto) strucca delicatamente.
  • Impacco per capelli: qualche goccia insieme ad altre robe usate di solito per questo scopo (o per es. un balsamo che fa pietà) rendono i capelli morbidi e lucenti. Presto metterò la mia ricetta imperdibile come una replica di Veline alle due di notte.

Cosa è essenziale sapere: la boccetta dell’olio di mandorle dolci deve contenere un solo ingrediente, ovvero “Prunus Amygdalus Dulcis Oil. ” Possono esserci olii con aggiunta di vitamina E (Tocopherol), che va altrettanto bene; ma se l’elenco è lungo e avete dubbi, lasciate stare.

Dove trovarlo:

- A Palermo: in qualsiasi erboristeria; io l’ho comprato (biologico) a “La Mela” in via Garzilli. Si può trovare dei Provenzali all’OVS di Via Marchese di Villabianca e all’Ipercoop del Forum. Cito solo i posti in cui l’ho visto, ma probabilmente molti altri supermercati grandi lo vendono.

-Nel resto d’Italia: OVS, Coin, Erboristerie, Supermercati e via discorrendo.


8 commenti

Struccanti Bifasici: Esosi, Economici & Home Made

Chi di mattina si spara diverse passate di matita waterproof corredata da mascara effetto ciglia finte, sa che la sera è il momento di maggiore scoramento, quando la pila di dischetti struccanti ci guarda con aria di sufficienza in attesa che cominci la dolorosa fase di strucco. Per cotal motivo l’argomento Struccante Bifasico è assaj toccante e delicato, e il mondo sentiva il bisogno di questa dissertazione. Ordunque, tre tipi di struccanti per tutti i gusti.

L’Esoso.
Il mio preferito nel campo della cosmetica priva di scrupoli, etica, simpatia e alito fresco è quello di Clinique: Take The Day Off, confezione lilla. Costa tra i 19 e i 22 euro ed è perfetto, scrosta lo scrostabile in modo delicato e veloce, non irrita e via dicendo. Il prezzo è di certo un deterrente, per cui ho cominciato a cercare sostituti.

L’Economico.
Nel magico mondo della cosmetica da supermercato la mia marca preferita è la Nivea, sia per la mia filogermanicità, sia perché è una delle poche marche da super che usa almeno un po’ di estratti naturali insieme a tante schifezze. Lo struccante bifasico Nivea si chiama “Struccante Occhi Doppia Azione”, e strucca bene, se non fosse che manda a fuoco il mio contorno occhi. Non brucia gli occhi, beninteso, ma solo il contorno. Beh, non era il caso di continuare a usarlo. Per cui sono approdata all’home-made.

L’home-made.
Nella boccetta del “Take The Day Off” ormai vuota ho versato tre parti di acqua di rose Robinson (piena di conservanti orrendi, lo so), tre di olio di mandorle dolci puro e una di olio di jojoba (anch’esso puro). Si ottiene uno struccante bifasico perfetto: strucca velocemente e contemporaneamente idrata la pelle, non brucia gli occhi e soprattutto ha un costo irrisorio. Ricordatevi solo di agitare prima dell’uso. Oh, yeah.

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 2.737 follower